Piacere del punto G tantrico ed eiaculazione femminile

0



Il punto della dea

«L’illusorio punto G non è sicuramente un mito, ma un tesoro, che se esplorato può portare a un orgasmo più profondo e più lungo».–Dott. Ava Cadell

Il punto G ha molte frasi divertenti ad esso associate; punto eccezionale, punto di gloria, punto di via libera, ma mi piace chiamarlo il punto della Dea. Si trova all’interno della vagina della donna a circa un terzo del percorso, tra l’apertura vaginale/Yoni e la cervice. Il punto G ha una trama increspata e risponde a carezze delicate. In molte donne, una volta adeguatamente stimolata, può fornire un orgasmo molto potente. Può anche produrre un’eiaculazione (un’espulsione di fluido dall’aspetto lattiginoso) che chiamano Amrita o «nettare divino» in termini tantrici.

Le differenze individuali e le risposte alla stimolazione del punto G sono così varie che le donne non dovrebbero sentirsi spinte a trovare il proprio punto G. Tuttavia, se decidi di intraprendere questa ricerca, considerala una caccia al tesoro. Puoi trovare o meno il tesoro che ti aspettavi, ma la caccia può essere una grande fonte di avventura e conoscenza personale. Molte donne hanno riferito di avere difficoltà a localizzare e stimolare il punto G da sole, ma non hanno difficoltà a identificare la sensazione erotica quando un partner stimola il punto.

Esplorare il punto G

Il ginecologo Ernest Grafenberg, che ha pubblicato i risultati della ricerca sul piacere sessuale derivato dall’uretra, ha identificato per primo l’area del punto G. La dottoressa Beverly Whipple ha fatto ulteriori ricerche sugli orgasmi del punto G. I risultati sono disponibili nel suo libro Il punto G e altre scoperte recenti sulla sessualità umana dagli editori Dell. Indica che l’area del punto G si gonfia quando viene stimolata e può portare all’orgasmo. Alcune donne affermano che il punto G può essere un orgasmo più lungo, più profondo e più potente di un orgasmo perla/clitorideo.

Per la maggior parte delle donne, la stimolazione delle 8000 fibre nervose della perla/clitoride, specialmente da parte di una lingua talentuosa, provoca l’orgasmo. Poi ci sono quelli che giurano che l’orgasmo del punto G è l’orgasmo definitivo.

L’illusorio punto G non è sicuramente un mito, ma un tesoro, che se esplorato può portare a un orgasmo più profondo e più lungo. Alcune donne sono persino in grado di eiaculare.

Stimolare il punto G del tuo amante

1. Chiedi al tuo amante di svuotare la vescica prima di iniziare per ridurre la possibile sensazione di bisogno di urinare.

2. Entrambi dovreste mettervi in ​​una posizione comoda; preferibilmente con la donna su di lei
schiena con il bacino sollevato da un cuscino.

3. Metti il ​​pollice sul suo monticello pubico o su Perla/clitoride e inserisci il medio o l’indice
della tua mano, palmo verso l’alto, in un movimento «vieni qui» all’interno della vagina.

4. Spingere delicatamente nel terzo esterno della regione superiore della Yoni, tra l’apertura e la cervice. Quando tocchi una piccola area increspata, la donna potrebbe sentirsi sensibile come se avesse bisogno di urinare.

5. Se la sua vescica è vuota, la sensazione sensibile passerà e sarà sostituita da sensazioni intense e piacevoli.

6. Per una maggiore pressione, utilizzare qualsiasi combinazione delle altre dita.

7. Usa tratti lunghi e lineari creando un circuito energetico tra il pollice e il dito.

8. Immagina un quadrante di un orologio all’interno della sua Yoni e accarezza con il dito dalle 6:00 alle 12:00.

9. In alternativa, immagina che le tue dita siano un «tergicristallo» e stimola il punto G spostando le dita da un lato all’altro.

10. Ora, metti il ​​pollice sopra l’osso pubico (con le dita all’interno della Yoni) per stimolare il punto G dall’interno e dall’esterno contemporaneamente.

11. Toccare l’area del punto G con il/i dito/i verso l’ombelico con movimenti pulsanti.

12. Chiedile di annotare mentalmente quali movimenti le piacciono di più.

Il punto G può essere raggiunto anche utilizzando un vibratore appositamente progettato o facendo l’amore in determinate posizioni sessuali sacre.

Unione sessuale sacra del punto G

Non fare l’amore nella stessa posizione, nello stesso posto, allo stesso tempo. Sii audace; spontaneo!

Il tuo partner ti amerà per questo!

1. Nella posizione del Missionario, la donna può appoggiare i piedi sulle spalle dell’amante. Ciò consente la massima stimolazione della parete posteriore della Yoni e quindi la potenziale stimolazione del punto G.

2. L’alternativa alla posizione di «Donna in primo piano» è che la donna guardi lontano dal suo partner. In questo modo viene stimolata tutta la Yoni e la donna stessa può decidere dove desidera ricevere la massima stimolazione.

3. L’alternativa dell’ingresso posteriore è che l’uomo metta tutto il suo corpo lungo quello della donna. In questa posizione, l’intera Yoni è stimolata, ma l’attenzione è concentrata sulla parte superiore della parete frontale, il che significa che c’è una stimolazione relativamente buona del punto G.

4. Un’alternativa alla posizione in piedi è che tu e il tuo partner vi troviate uno di fronte all’altro con la donna sdraiata. In questa posizione, viene stimolata la parete anteriore della Yoni e viene stabilito un buon contatto con il punto G.

La farfalla di Venere

La Venere Farfalla è un’antica tecnica di fare l’amore praticata per la prima volta in India 3000 anni fa. Permette al maschio di portare il suo amante ad un alto picco di estasi stimolando contemporaneamente due centri di piacere allo stesso tempo.

Istruzioni su come eseguire la farfalla di Venere

1. Tira indietro il cappuccio del clitoride del tuo amante.

2. Stimolare la Perla/clitoride con movimenti brevi e lunghi usando la lingua, le dita o il vibratore fino a quando la donna raggiunge un livello 8 su una scala del piacere da 0 a 10, dove 10 è il punto di non ritorno; orgasmo.

3. Allontanati dalla Perla/clitoride e stimola l’intera parte esterna della Yoni con movimenti circolari con la lingua, il dito o il vibratore, permettendo al suo livello di eccitazione di abbassarsi di un paio di punti.

4. Tornare alla stimolazione di Perla come sopra, utilizzando movimenti brevi e lunghi fino a quando la donna non raggiunge un 9 sulla scala del piacere.

5. Fai scivolare il/i dito/i, palmo verso l’alto, all’interno della Yoni e tocca il punto G verso l’ombelico.

6. Continuare ad accarezzare la perla/clitoride mentre si tocca il punto G con il/i dito/i o utilizzare un vibratore per punto G.

7. La combinazione della stimolazione del clitoride e del punto G può provocare orgasmi multipli.

8. Pratica la tecnica della farfalla di Venere e scambia feedback.

TriGasm della dottoressa Ava

Come si ottiene un trigasmo? Insegno da diversi anni la combinazione di stimolazione simultanea del punto G e della perla/clitoride. Le coppie lo adoravano. Le donne hanno ricevuto una seria attenzione: hanno imparato a raggiungere l’orgasmo internamente ed esternamente allo stesso tempo, e gli uomini si sono sentiti degli eroi. Quindi, ecco la rivoluzione, la tecnica definitiva nel potenziale orgasmico per le donne: il TriGasm.

Un TriGasm è il risultato dell’eccitazione simultanea dei 3 punti di piacere, la perla/clitoride, il punto G e il bocciolo di rosa/ano. Molte persone hanno esperienza con varie forme di doppia stimolazione: un Lingam e un giocattolo, una lingua e un dito e altre combinazioni.

Ecco alcuni suggerimenti per te mentre inizi la tua esplorazione del Trigasmo. Inizia a creare l’atmosfera e preparati a stimolare tutti e cinque i sensi. Sii creativo usando il suono sensuale, l’eccitazione visiva e sentendo il calore dei tuoi amanti. Dovresti anche avere del lubrificante nelle vicinanze, specialmente per il punto G e il gioco anale. Il consiglio finale dì al tuo amante di dedicarsi alla giocoleria, perché ci vorrà un po’ di coordinazione per padroneggiare questa tecnica, ma ne vale la pena e il grande divertimento durante l’apprendimento!

Ecco il modo ideale per creare 3 punti di stimolazione con un amante.

1. La donna dovrebbe sdraiarsi mentre il suo amante elargisce la sua Perla con piacere orale fino a quando lei
ha raggiunto un livello 8 su una scala del piacere da 1 a 10. (10 è uguale all’orgasmo.)

2. Cambia rotta e stimola la sua vulva in piccoli cerchi con la lingua o le dita per 2 minuti.

3. Torna alla Perla e aumenta oralmente il suo livello di piacere a 9; quasi al punto di non ritorno.

4. A questo picco, dovrebbe inserire il palmo dell’indice nella sua Yoni e trovare il suo punto G, quindi toccarlo, toccarlo, toccarlo delicatamente verso il suo ombelico.

5. Simultaneamente al quarto passaggio, deve stimolare delicatamente il suo bocciolo di rosa/ano con un
piuma, il suo mignolo o un vibratore per portare il suo amante a un orgasmo multiplo strabiliante, sconvolgente ed energetico.

Il suo piacere tantrico: eiaculazione femminile

L’eiaculazione femminile è stata documentata nell’antica Asia per molte migliaia di anni. Qui nel mondo occidentale gli scienziati lo stanno finalmente accettando come una realtà e le donne di tutte le età si stanno godendo l’esperienza dell’eiaculazione durante l’orgasmo. Credo che ogni donna possa eiaculare se viene stimolata correttamente e se sa controllare i muscoli del PC.

Si stima che meno del 10% delle donne eiacula, o almeno lo ammette. Nel Tantra, l’eiaculazione femminile è chiamata Amrita, che significa nettare degli dei. Alcune donne che soffrono di eiaculazione ammettono che la sensazione è come un intenso rilascio orgasmico; molto più forte e più lungo di un orgasmo clitorideo. L’eiaculazione femminile può essere ottenuta con la stimolazione del punto G, l’area spugnosa situata all’interno della Yoni a circa due pollici sulla parete superiore verso l’ombelico.

Svuota sempre prima la vescica in modo che l’eiaculazione non contenga urina. Il liquido dell’eiaculato è a base di proteine ​​(molto simile allo sperma) ma è più sottile e ovviamente non ha spermatozoi. In sintesi, l’eiaculazione femminile è un evento naturale normale, quindi perché non provarlo? Potrebbe piacerti!

Delizie orali femminili

Una donna è più sensibile, quindi inizia con meno pressione di quanto vorresti, come uomo.

1. Bacia e lecca l’interno delle sue cosce per creare anticipazione sessuale.

2. Esplora l’intera vulva (al di fuori della Yoni) con movimenti circolari della lingua.

3. Succhiare delicatamente le sue labbra (labbra Yoni).

4. Elargisci la sua Yoni con la tua lingua in lunghi movimenti lappanti dalla sua Yoni che si apre alla sua Perla/clitoride.

5. Usa una lingua appuntita tutt’intorno alla perla/clitoride ma non direttamente su di essa.

6. Scrivi i numeri su tutta la sua area vulvare con la lingua, quindi l’alfabeto.

7. Fai scivolare una o due dita dentro la sua Yoni mentre lecchi delicatamente la sua Perla.

8. Usa una lingua rigida per leccare la sua Perla da un lato all’altro.

9. Emetti un mormorio con le tue labbra in modo che vibrino mentre baci la Perla/clitoride.

10. Accarezza il suo perenium (tra l’apertura di Rosebud/ano e Yoni) mentre succhi delicatamente la sua Perla/clitoride.

11. Non strofinare o inserire mai qualcosa di zuccherino nella Yoni di una donna perché può causare infezioni.

12. Attirala più vicino sollevandole le natiche e baciandola Yoni proprio come faresti con la sua bocca.

13. Alterna la pressione con la lingua mentre lecchi tratti lunghi e brevi dal bocciolo di rosa alla perla.

14. Inserisci un dito nel suo bocciolo di rosa/ano mentre lecchi la sua perla.

15. Separare delicatamente le sue grandi labbra (labbra esterne) e leccare le piccole labbra (labbra interne) con la punta della lingua.

16. Strofina il viso nel suo monticello e strofina le labbra e il naso sulla sua Perla.

17. Inserisci la lingua nella sua apertura Yoni con rapidi movimenti appuntiti.

18. Scorri la lingua su Pearl alternando dall’alto verso il basso e da un lato all’altro.

19. Quando è sull’orlo dell’orgasmo, stringi le labbra in una O e prendi la sua Perla in bocca succhiandola dolcemente.

20. Inserisci una o due dita e scopri il suo punto G mentre lecca la sua Perla.

21. Lecca la sua intera vulva come un cono gelato con movimenti lappanti.

22. Usa la tua lingua come un serpente che scivola e la torce dentro di lei lentamente, poi velocemente.

23. Succhia del ghiaccio prima di leccare la sua Yoni per una sensazione di freschezza.

24. Bevi del liquido caldo e poi succhia e fai roteare la tua lingua calda su di lei.

25. Non cambiare il ritmo del tuo movimento quando sta raggiungendo l’orgasmo.

26. Non fermarti subito dopo che ha raggiunto l’orgasmo. Continua finché non ti ferma, quindi metti le mani a coppa sulla sua Yoni con le dita rivolte verso l’ombelico.

27. Chiedile come e dove vuole che tu la lecchi, la baci e la succhi. Dille di indirizzarti.

28. Delizia oralmente la sua Yoni mentre è sdraiata a pancia in giù.

29. Deliziare oralmente la sua Yoni mentre è nella posizione della tigre da dietro.

30. Dille che ami onorarla oralmente perché ha un sapore e un profumo deliziosi.

Ricorda che la pratica… la pratica… la pratica rende perfetti!

+++

Estratto dal Quaderno di Tantra del Dr. Ava

Vuoi più Sex Ed per adulti?

Dai un’occhiata alla Loveology University per diventare un Sexpert e un amante migliore!

Trova corsi su orgasmi, amore, flirt, baci, punto G, piacere a un uomo o una donna, erotica, appuntamenti, guarigione sessuale, sesso lesbico, gay e transgender, Tantra, fantasie, feticci, BDSM e molto altro!

Puoi anche seguire corsi su come diventare un Sexpert certificato, un Relationship Coach o un Love Coach!

Clicca qui sotto per verificarli!

También podría gustarte
Deja una respuesta

Su dirección de correo electrónico no será publicada.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More